Finalmente, la pioggia.

Io, che ho una visione speciale sulle cose…

Avevo immaginato una pioggerella un po’ torrenziale. Di torrenti non ne ho visti, però posso sufficientemente affermare che le rondini ne sono state felici. Ecco qui le rondini felici:

Due rondini rimaste dopo la nidiata primaverile. Parte di questa ora starà sorvolando gli oceani.

Visto che la mia rain dance con maschere maya e ombrellino a pois, funziona? Anche il bestio era contento per la pioggia. Ne ho approfittato per fare un piccolo shooting b/w futuristico. Eccolo:

A me questa pioggia invece, ha fatto l’effetto del fungo di Alice [eat me] In this photo I’m too tall! Why?

Poca pioggia dunque. L’abisso soltanto un’illusione.

L’abisso è un quadro fatto d’illusione

Anzi…

L’abisso è un quadro fatto di illusioni.

Stefania Memeo

Pubblicato da stefonwater79

I'm an artist.

15 pensieri riguardo “Finalmente, la pioggia.

  1. Anni fa con il mio amico Andrea (mio omonimo), estate caldissima e torrenziale, ci stendemmo per terra nel suo salotto ascoltando a ripetizione ad alto volume “praying for rain” dei Cure.
    Il giorno dopo venimmo esauditi.

    "Mi piace"

    1. Non ho proprio azzeccato la posizione, considerato che volevo indirizzare la pioggia in Amazzonia però dai, si può sempre migliorare 🙂 Per quanto riguarda il tono down per il caldo controlla la pressione e fai esami del sangue. Non è che quando si è giovani si è veramente immortali come ci fanno credere. Al massimo siamo “immortalati” 🙂 Qualche acciaccuccio ce li abbiamo anche noi (beh io giovane è un parolone vabbè).

      Piace a 1 persona

      1. Ah sì lo so, infatti sono portatrice sana di anemia mediterranea (leggi: emoglobina a terra), e a quanto pare dagli ultimi esami ho un problema autoimmune, che mi rende più debole… e in estate appunto lo sento di più!
        E oltre che fisicamente l’assenza di sole la preferisco anche già solo a livello visivo! 😍
        Sono pro cielo plumbeo da qualsiasi punto di vista 😀

        "Mi piace"

      2. caspita allora il mio consiglio è stato inutile. Meglio così! Ho una lampadina che fa flash: interessante l’interazione stato di salute/visione dell’arte. Forte! La coincidenza con gli stati dell’umore credo sia la componente maggiore durante il processo creativo..Il fattore tempo (ricordi, immaginario, esperienze) è un ingrediente però il qui e ora in fase creativa è strettamente connesso secondo me con gli umori e anche con lo stato di salute! Nessuno ci pensa..tu cosa ne pensi?

        Piace a 1 persona

      3. No, anzi, lo apprezzo molto! 🙂
        Su questo concetto ne ho scritto poco tempo fa, e in generale tutti i miei ultimi scritti sono partiti da un’urgenza emotiva legata anche al fatti di sentirmi poco bene, quindi con varie ispirazioni partite proprio dal fatto di percepire la fragilità del corpo, che di conseguenza ha portato l’amplificazione delle varie domande come: “Chi sono, cosa siamo veramente?” che sono alla base del mio pensiero creativo e non! Tu cosa ne pensi? Questo argomento è bellissimo!

        "Mi piace"

      4. “Percepire la fragilità del corpo”. Chi siamo?, cosa siamo veramente? Sono troppo emozionata ora per risponderti. Scusami. Troppe emozioni tutte insieme. Mi calmo un attimo. Allora. Posso dire che sono fino a quando qualcuno non fa di me ciò che non sono. È la violenza, l’invasività, a rendere emotive le mie esperienze. È colei. Questa schifezza nera che devasta la mia vita da quando sono nata. E sono io, con i miei colori ad essere. È un mondo tremendo. Ecco perché ci sono le tue e le mie emozioni qui, in questo spazio virtuale, invasivo, legato a contratti inesistenti, che vogliono gestire vite. Che approfittano delle nostre fragilità. Però sono contenta di essere violata e fessa, perché posso leggere cose come le tue che mi fanno emozionare.

        Piace a 1 persona

      5. Wow, che bello ❤
        Anch'io vedo il mondo dei blog come una possibilità di oasi, dove trovarsi tra simili in questo senso… e nel tuo anche se l'ho visto ancora poco trovo un sacco di affinità col mio modo di sentire e creare 😍
        Mi piace molto la tua definizione di essere, e anche a me piace l'idea di non definirsi… e la cosa paradossale è che sono anche le varie schifezze nere ad ispirarci 😦
        Ricambio l'emozione del poter scambiare su tutto ciò 😊

        Piace a 1 persona

  2. Il modello del bellessere non collima quasi mai col benessere. Però poi ci siamo noi, che scriviamo, che facciamo le foto, le creazioni con le robe trovate in giro. E chissà quante altre ce ne sono. Questo, è chi siamo veramente 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: